La salute del Caregiver

Lo stato di salute ed eventuali forme di “stress”, se non adeguatamente considerati, possono ripercuotersi negativamente sul caregiver e sulla relazione con la persona cara che assiste.

Necessità di sollievo e benessere dei caregiver

L’impegno costante dedicato ad una persona cara può mettere alla prova l'equilibrio psico-fisico del caregiver, i rapporti all’interno del suo nucleo familiare e la rete delle sue relazioni.

La condizione del caregiver familiare è spesso caratterizzata da un forte impatto emotivo e relazionale che può creare malessere e disagio se vissuto in solitudine.

Il lavoro di cura può avere serie implicazioni sul piano fisico, relazionale, emozionale ed economico, fino a comportare un impatto sulla salute ed incidere sulle condizioni psicologiche e sulle reti relazionali del caregiver.

Per il caregiver diventa fondamentale, quindi, prendersi cura del proprio benessere. Esistono opportunità di sostegno, condivisione, supporto relazionale, psicologico e di socializzazione.

La salute del caregiver di Francesco Pegreffi e Chiara Pazzaglia, BUP - Bononia University Press, 2021. Versione pdf gratuita del volume scaricabile sul sito dell’editore.

Tempi di lavoro e tempi di cura

Conciliare impegni di cura e attività lavorativa può risultare un compito non semplice. Alcune nuove forme di lavoro flessibile possono renderlo meno complesso.

In base alla legge 104/92, i lavoratori dipendenti pubblici e privati hanno diritto a fruire di varie tipologie di permessi (3 giorni di permesso mensili retribuiti anche frazionabili in ore; congedo straordinario retribuito 2 anni) se genitori, familiari, conviventi di persona disabile grave con specifica certificazione di handicap articolo 3, comma 3, della Legge 104/1992 dall’apposita Commissione operante in ogni Azienda USL. I Contratti collettivi nazionali di lavoro possono prevedere altre facilitazioni e opportunità: es. telelavoro, cessione ferie, ecc. 

I Patronati

Esercitano attività di informazione, di assistenza e tutela, anche con poteri di rappresentanza, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi, dei pensionati, dei singoli cittadini italiani, stranieri e apolidi presenti nel territorio dello Stato e dei loro superstiti e aventi causa, per il conseguimento in Italia e all'estero delle prestazioni (di qualsiasi genere in materia di sicurezza sociale, di immigrazione e emigrazione) erogate da amministrazioni e enti pubblici, da enti gestori di forme di previdenza complementare o da Stati esteri nei confronti di cittadini italiani.

Inoltre, possono svolgere, senza scopo di lucro, attività di sostegno, informative, di servizio e di assistenza tecnica finalizzate alla diffusione della conoscenza della legislazione in materia di sicurezza sociale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/17 12:34:00 GMT+2 ultima modifica 2021-12-03T17:00:21+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina