Rassegna web: strumenti e notizie utili per i Caregiver. Aprile 2022

In collaborazione con Andrea Pancaldi della Redazione servizi/sportelli sociali e sportello lavoro, Ufficio di piano e Servizio sociale territoriale, Area Welfare e Promozione benessere comunità del Comune di Bologna

Lavoratori caregiver o con figli: in arrivo novità su smart working e congedi
I lavoratori che prestano assistenza ad un proprio familiare come caregiver, sono madri o padri non potranno essere sanzionati, demansionati, licenziati, trasferiti o sottoposti ad altre forme di discriminazione per aver chiesto di lavorare da casa. La novità nel decreto legislativo approvato dal CdM che dà finalmente attuazione alle norme europee. In arrivo importanti novità per i caregiver e i genitori lavoratori. Il Consiglio dei Ministri ha dato infatti il via libera preliminare ad un decreto legislativo che dà attuazione alla direttiva (UE) 2019/1158 del Parlamento europeo e del Consiglio. La direttiva disciplina la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Ecco le novità più interessanti.
Verso un’effettiva parità di genere e di opportunità. Equilibrare l’attività professionale e la vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza: è questo l’obiettivo dello schema di decreto legislativo, approvato su proposta del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali a tre anni dall’adozione delle nuove norme europee. Un obiettivo da perseguire garantendo “una più equa condivisione delle responsabilità tra uomini e donne”; quindi “un’effettiva parità di genere, sia in ambito lavorativo sia familiare”.
https://www.spazio50.org/lavoratori-caregiver-o-con-figli-in-arrivo-novita-su-smart-working-e-congedi/

L’esercito silenzioso dei caregiver familiari
Chi sono e cosa fanno i/le caregiver familiari italiani? È edito dalla stessa Associazione che l’ha promosso, l’Associazione Genitori Tosti in tutti i Posti, “L’esercito silenzioso. I caregiver familiari”, un’interessante novità editoriale del 2022 che tenta di rispondere alla domanda iniziale, e che ha per curatori due caregiver familiari, attivisti e membri della vivace Associazione: Alessandra Corradi, veronese, caregiver familiare dal 2005, fondatrice, nel 2011, dell’Associazione stessa, e Giovanni Barin, che nell’Associazione riveste la carica di vicepresidente, ed è attivo nella difesa dei diritti delle persone con disabilità ed in particolare nella sensibilizzazione sulle tematiche dell’accessibilità e della scuola. La pubblicazione contiene anche una prefazione della senatrice Simona Nocerino, prima firmataria del Disegno di Legge – il Disegno di Legge A.S n. 1461– Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare – che dovrebbe disciplinare questa figura e che è fermo da tempo presso l’XI Commissione Lavoro del Senato
http://www.informareunh.it/lesercito-silenzioso-dei-caregiver-familiari/

Essere caregiver non è scontato. Alzheimer, quando si intrecciano dolore e malattia i giudizi dovreste tenerveli nel cassetto
Mi ero dimenticata di quanto sia giudicante il mondo quando si tratta di commentare le dinamiche familiari altrui, specialmente quando si intrecciano col dolore e la malattia. Mi ero dimenticata di quanto le persone - alcune, non tutte - si sforzino strenuamente di vendere al pubblico la favoletta rassicurante della famiglia perfetta, in cui i vestiti della domenica si indossano anche di lunedì e per cui la malattia, appunto, è un collante doloroso ma gentile. Dopo aver raccontato la triste decisione di portare mia madre malata di Alzheimer in forma ormai molto severa in una Rsa, ho ricevuto un certo numero di messaggi e commenti il cui succo era “hai i soldi, potresti tenerla a casa”, “i genitori non si parcheggiano in un istituto, si accudiscono come loro hanno fatto con noi da bambini”, “è una scelta egoistica” e così via.
https://www.editorialedomani.it/fatti/caregiver-rsa-assistenza-egoismo-dedizione-qnfibm59

Si parla troppo poco di Alzheimer e di anzianità
Mi chiamo Valentina, ho 33 anni e sono una caregiver, da molti anni, di mia madre malata di Alzheimer e prima di altre patologie invalidanti. Quindi si può dire che mi prendo cura di lei da quando ero poco più che ventenne, senza contare il fatto che durante la mia adolescenza ho aiutato mia madre a prendersi cura a sua volta di mia nonna, anche lei con demenza. Leggi l'articolo de Il Domani su pressreader   https://www.pressreader.com/italy/domani-9ysj/20220318/281633898722731

Ictus, riabilitazione insufficiente per 1 paziente su 3. “Stabilire linee guida e percorsi condivisi”
Presentati al Ministero della Salute i dati di una recente doppia indagine condotta su malati e medici. La campagna “Strike on Stroke” di ISA-AII Italian Stroke Association prosegue con la presentazione di uno spot realizzato con l’attore Massimo Lopez. Il presidente, Mauro Silvestrini: “Patologia pericolosa ed invalidante. Il 17% delle persone colpite valuta scarsa la propria qualità di vita”
https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/ictus_riabilitazione_insufficiente_per_1_paziente_su_3_stabilire_linee_guida_e_percorsi_condivisi_?UA-11580724-2

Il Parlamento Europeo: è ricevibile quella petizione sul caregiver familiare
Una petizione riguardante la condizione del caregiver familiare in Italia e il suo mancato riconoscimento come lavoratore, presentata nel mese di settembre dello scorso anno al Parlamento Europeo dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, è stata dichiarata ricevibile. Lo stesso Parlamento Europeo, inoltre, oltre a trasmettere la petizione al Settore Occupazione e Affari Sociali della Commissione Europea, ha chiesto a quest’ultima di condurre un’indagine preliminare sulla materia
http://www.superando.it/2022/04/08/il-parlamento-europeo-e-ricevibile-quella-petizione-sul-caregiver-familiare/

Uno schema di Decreto che amplia i diritti per genitori e caregiver
Il 31 marzo scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di Decreto Legislativo per dare attuazione a una Direttiva dell’Unione Europea, riguardante l’equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza. Si tratta di un testo in bozza, e dunque potenzialmente ancora modificabile, contenente tuttavia alcune importanti previsioni in tema di ampliamento dei diritti in materia di congedo parentale, di lavoro agile e di espressa enunciazione del divieto di discriminazione.
https://www.superando.it/2022/04/04/uno-schema-di-decreto-che-amplia-i-diritti-per-genitori-e-caregiver/

Ha preso il via lo spazio di ascolto dedicato ai caregiver in due sedi del Distretto sanitario Reno-Lavino-Samoggia
Ha preso il via ieri, martedì 12 aprile, lo “Spazio di Ascolto Noi Caregiver” che ha sede in due punti messi a disposizione dal Distretto Reno Lavino Samoggia. Un tema importante per l’Azienda USL di Bologna, impegnata nel promuovere e far crescere l’ascolto tra pari, consapevole che – anche grazie al confronto tra caregiver – possano essere individuate soluzioni a problematiche comuni, contravvenendo così la solitudine di ciascun cittadino nell’oneroso impegno di assistenza ai malati.
https://www.bologna2000.com/2022/04/13/ha-preso-il-via-lo-spazio-di-ascolto-dedicato-ai-caregiver-in-due-sedi-del-distretto-sanitario-reno-lavino-samoggia/

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/04 11:30:00 GMT+1 ultima modifica 2022-05-26T13:25:54+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina